Set 26

Email marketing automation: cosa sapere e come funziona

Oggi sul nostro blog vogliamo parlare di un argomento a nostro avviso molto importante e che può essere di aiuto al tuo business; stiamo parlando dell’email marketing automation.

Con questo termine intendiamo tutte le attività che ti permettono di inviare, programmare e gestire i messaggi di posta elettronica, verso una lista di contatti, attraverso degli automatismi.

Ma prima di addentrarci nell’automatismo delle mail facendo un piccolo passo indietro spiegando l’importanza delle email nell’attività commerciale.

L’E-mail marketing è un tipo di marketing diretto che usa la posta elettronica come mezzo per comunicare messaggi, commerciali e non, al pubblico.

Con il tempo l’email marketing si è evoluto, fino ad arrivare ad essere automatico.

La Marketing Automation si riferisce a piattaforme software progettate per i dipartimenti e le organizzazioni di Marketing che necessitano di automatizzare attività ripetitive, soprattutto nell’ottica di una maggiore gestione, efficacia, controllo e misurazione delle attività di demand generation e di customer engagement (per convertire nuovi contatti in reali clienti aziendali, in tempi più rapidi e con maggiore efficienza produttiva).

È un insieme di procedimenti automatici (impostati ovviamente da chi gestisce la piattaforma) che aiuta a stabilire un legame più stretto con l’utente iscritto tramite la personalizzazione dei messaggi, scegliendo il momento più idoneo per gli invii quando sono soddisfatti alcuni criteri.

Questa disciplina (gestita attraverso soluzioni tecnologiche specializzate) abbraccia differenti attività, come:

  • Email Marketing
  • Landing Pages
  • Lead Management
  • Social media Marketing
  • Campaign Management
  • Marketing Analytics
  • Contact prediction/Scoring
  • CRM Integration

Quindi l’idea di fondo della Marketing Automation è quella di abbracciare tutte queste componenti (tecnologiche e di processo) per permettere ai marketer di avere una vista complessiva di tutte le campagne e le attività ma, soprattutto, di massimizzarne l’efficacia semplificando le attività ed i processi.

Il tutto, in un’ottica globale di business con l’obiettivo di attrare più potenziali clienti e “convertirli” in clienti soddisfatti e fidelizzati mediante azioni mirate e personalizzate.

Ma cerchiamo di capire meglio come funziona l’email automation?

Il sistema permette di creare una o più email automaticamente grazie ai numerosi template, oppure è possibile crearla anche da zero.

Questo messaggio viene inviato quando si “innesca” (trigger) un’attività precisa – scelta da noi tra quelle proposte – da parte dell’utente oppure in una data/orario specifico o al verificarsi di un evento o condizione specifica.

Facciamo un esempio pratico per capire meglio il funzionamento di questo processo:

Il tuo utente visita il sito e si iscrive alla tua newsletter.

Benissimo, dopo qualche ora o 1 giorno puoi inviargli una email personalizzata di benvenuto, oppure degli articoli a cadenza periodica (email informativa per “nutrirlo”), oppure quando l’utente acquista un tuo prodotto/servizio puoi inviare in un tempo definito un messaggio di ringraziamento e poi altri per informarlo di ulteriori offerte, ecc ecc.

Il vantaggio di utilizzare questo sistema è il risparmio di tempo, aver maggior disponibilità di budget per la comunicazione e concentrarsi di più sulla creazione dei contenuti o altre attività.

Sicuramente ci vuole un po’ per impostare tutto, ma dopo aver configurato il flusso, si potrà godere dei benefici dell’email marketing automation e far lavorare il workflow. 

Il worklow è ciò che viene incluso nel processo di automazione come ad esempio:

  • contenuti delle email
  • impostazione della data di invio
  • data di iscrizione
  • impostazione dei criteri per i trigger, es:
  • data di compleanno
  • acquisto di un prodotto o servizio

Quindi ricapitolando gli step principali sono 3:

  • Scegli un tipo di automazione
  • Crea una email o una serie di email
  • Imposta i criteri di invio

Poi grazie a piattaforme come Mailchimp, sarà facile analizzare i dati sulle attività degli utenti (tracciati attraverso click sui link, tasso d’apertura ecc) per capire quando e a chi inviare il messaggio.

Dopo che tutto è stato impostato la piattaforma gestirà tutta questa struttura inviando al momento giusto e alla persona giusta il tuo messaggio.

A seconda del tipo di azienda o business di cui fai parte con l’automazione puoi creare un flusso di messaggi che mirano alla conversione del tuo potenziale cliente, oppure puoi inviare messaggi, oppure email di sollecito ecc.

Quindi grazie all’email marketing automation è possibile creare una rete di contatti qualificati, nutrirli in modo appropriato, analizzare in modo semplice e lineare i dati e convertire più utenti possibili in clienti!

Ti è piaciuto? Condividilo sui Social

Hai trovato utile questo articolo?

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Manca poco!

Inserisci il tuo nome e la tua migliore email per ricevere il MANUALE GRATUITO nella tua casella di posta elettronica.

×